Trattoria Ghiaie del Serio, brace, pizza e... molto di pił!

Il Parco Regionale del Fiume Serio

Logo Parco del SerioIl Parco segue il corso del fiume Serio allo sbocco della valle montana fino alla sua foce in Adda; nel primo tratto, da Seriate a Mozzanica, si manifesta il singolare fenomeno dell"inabissamento delle acque del fiume nel sottosuolo, a causa della percorrenza del substrato, per cui il letto fluviale appare spesso come una biancheggiante distesa di ghiaie ("gere").


Nel tratto successivo la falda riemerge in superficie e il fiume riacquista un alveo definito, che può facilmente originare zone paludose e di acque stagnanti, la cui evoluzione naturale è attualmente preclusa dalle numerose arginature e dalle bonifiche agricole. Impoverite in modo brutale dalla loro naturale vegetazione boschiva, le rive del Serio appaiono oggi alquanto degradate. Pochi nuclei di vegetazione di discreto valore sono rintracciabili presso la Riserva naturale di Palata Menasciutto. Il paesaggio è quindi totalmente caratterizzato dalla presenza dell"agricoltura con estese coltivazioni a pioppeto e cerealicole, mentre le rive del fiume sono fortemente segnate dall"intensa attività di escavazione di sabbia e ghiaia, effettuata quasi sempre in falda, che ha provocato la formazione di numerosi laghi di cava.
Tra le testimonianze storiche è da segnalare la presenza del Castello di Malpaga.

fonte: Parchi Regione Lombardia

Fiume Serio

A cavallo tra alta e bassa pianura lombarda scorre un fiume "incostante e capriccioso"...

Nel tratto pił a nord sulle sue rive, ai rari boschetti e alle coltivazioni si affiancano ampie estensioni di ghiaie coperte da un sottile stato di terreno. Si originano qui tipici praticelli aridi fatti di specie vegetali di origine steppica, mediterranea o provenienti dalle vicine prealpi orobiche. Tra i prati troviamo un'avifauna del tutto particolare con specie rare come l'occhiocotto, il succiacapre, la bigia padovana, l'ortolano. Ai lati del fiume rare risorgive, i fontanili, arricchiscono la campagna con le loro acque ancora limpide e ci parlano della storia di questo territorio. Pił a sud, all'altezza di Mozzanica, l'alveo si stringe e gli ambienti di maggior interesse sono i piccoli boschi umidi che crescono sulle rive delle lanche ai lati del fiume, tra le quali ricordiamo le due che costituiscono la Riserva Naturale della Palata Menasciutto nei comuni di Ricengo e Pianengo.

fonte: Parco Serio